38° Convegno diocesano (secondo giorno): "Il Battesimo: Sacramento da riscoprire. Teologia e prassi"

38° Convegno diocesano (secondo giorno): "Il Battesimo: Sacramento da riscoprire. Teologia e prassi"
La relazione di questo secondo giorno di convegno diocesano ha come tema "Il Battesimo: Sacramento da riscoprire. Teologia e prassi". Nella prima parte viene messa in evidenzia l'importanza del sacramento, attraverso il quale si è incorporati alla Chiesa e resi partecipi della missione. La domanda che viene messa in evidenza è, più che chiedere se si è battezzati, se conduco una vita battesimale; molto spesso la vita giornaliera ci porta a non vivere in pienezza questa realtà. La liturgia del Battesimo, attraverso i suoi segni, manifesta la bellezza Pasquale del passaggio dalla liberazione del peccato alla vita. Ecco perché è importante che venga svolto nella Veglia Pasquale e in tutte le domeniche, Pasqua della settimana. Non bisogna mai ridurre i segni, mai dividere il rito dalla Messa, si rischia di sminuire la porta d'ingresso della vita da salvati. Bisogna che ogni battezzato sappia il giorno del proprio battesimo. Secondo gli autori orientali, si hanno tre nascite: la prima quella natura, la seconda battesimale, la terza è secondo la sua volontà (cioè quando si rinuncia alla volontà propria per aprirsi al divino).
Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per assicurarti la migliore esperienza di navigazione possibile. Navigandolo ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni visita la nostra Cookie Policy